Fertilizzanti, un incontro per provare a fare il punto della situazione

L'Aula Magna dell'Università di Bologna - convegno Silc Fertilizzanti
Nuovi regolamenti, problemi inerenti la sicurezza, le sanzioni in cui si incorre per un'etichettatura non conforme. Questi e molti altri gli argomenti affrontati nel corso del convegno organizzato da Silc Fertilizzanti lo scorso 14 giugno nell'Aula Magna della Scuola di Agraria dell'Università di Bologna

Nell’Aula Magna della Scuola di Agraria a Bologna il 14 giugno si è tenuto il consueto incontro che Silc Fertilizzanti organizza per clienti ed addetti ai lavori. I temi trattati hanno riguardato le norme che interessano il settore e il mercato in termini di consumi e previsioni.

La giornata è stata introdotta dal saluto di Claudio Ciavatta, presidente della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria a cui è seguito un video dell’europarlamentare Elisabetta Gardini che, non potendo intervenire direttamente, ha desiderato comunque contribuire alla giornata con un video messaggio. La Gardini, infatti, è relatrice in sede europea per quanto riguarda il nuovo regolamento Ue sui fertilizzanti. Dopo il voto in Parlamento dello scorso ottobre, oggi siamo nella fase dei triloghi e il video messaggio ha inteso fare il punto della situazione.

Guarda il video messaggio di Elisabetta Gardini

Aggiornamento regolatorio

L’incontro è entrato nel vivo con una fitta serie di domande poste Roberta Porta (PYHTO mastery) e Mariano Alessio Vernì (Silc Fertilizzanti).

La Porta e Alessio Vernì hanno risposto ai quesiti più ricorrenti, inerenti il tema regolatorio. Sono toccati argomenti anche molto diversi tra loro con in comune il rischio d’incorrere in sanzioni da parte degli operatori. Si è parlato di corroboranti e sostanze di base per poi passare ai prodotti consentiti in agricoltura biologica e alle regole di formulazione ed etichettatura. Di estrema attualità i temi dei concimi derivati da sottoprodotti di origine animale e gli scenari che si prospettano all’entrata in vigore del nuovo regolamento Ue sui fertilizzanti.

Dal canto suo Phyto mastery ha già iniziato il percorso formativo per assistere le aziende desiderose di ottenere i certificati di conformità che garantiranno la libera circolazione dei fertilizzanti all’interno della UE. Si tratta infatti di un percorso complesso e che, in alcuni casi, dovrà attendere gli atti delegati successivi alla pubblicazione del regolamento prima di poter avviare i processi di certificazione del prodotto e/o del processo.

Non sono mancati poi argomenti come il Reach (registrazione delle sostanze) e il CLP (classificazione ed etichettatura). Relativamente a quest’ultimo si sono affrontati casi concreti di sanzioni per mancato rispetto delle nuove regole mentre. Per il Reach, la SILC Fertilizzanti ha tracciato un breve resoconto della sua attività nelle registrazioni Reach di sostanze fertilizzanti.

Inevitabili i riferimenti al Reach per quanto riguarda la scheda di sicurezza o il documento informativo che deve servire a comunicare alcune informazioni anche quando il prodotto non è pericoloso.

Questi ultimi spunti sono serviti per introdurre il successivo relatore, Andrea Sangiorgi di Image Line che ha descritto pregi e vantaggi del sistema di comunicazione denominato SDSonDemand che semplifica e rende efficace il passaggio di tutte queste informazioni.

Normativa e mercato

Giorgio Toffoli neo presidente (Toffoli ha preso il posto di Francesco Caterini il 24 maggio scorso) di Assofertilizzanti ha preso la parola subito dopo la pausa. Toffoli ha illustrato il ruolo istituzionale delle associazioni di categoria. In particolare sono stati approfonditi i temi inerenti alcuni degli argomenti quali il nuovo regolamento Ue sui fertilizzanti o le criticità derivanti da alcune prese di posizione sul biologico o sui sottoprodotti di origine animale.

La giornata è ì stata chiusa da un successivo intervento di Mariano Alessio Vernì su stime e previsioni sui consumi di concimi nel 2018 sulla base dei dati Istat rivisti da Silc sulla base di indicazioni provenienti direttamente dal mercato. Il tutto è stato anticipato su AgriCommercio N. 4 -2018 alle pagg. 20-22.

Il prossimo appuntamento con la “giornata Silc” è fissato per dicembre, mentre si avvicina, con il 2019, il prestigioso traguardi dei 20 anni di attività per la società di Piangipane (Ra).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome