FERTILIZZANTI

Frodi nei concimi,marchio di qualità al via

L'assemblea annuale di Assofertilizzanti si è tenuta a Gardone Riviera (Bs) sul Lago di Garda il 16 e 17 maggio

Assofertilizzanti ha dato il via all'ultima parte del “Progetto qualità” che prevede l'assegnazione di un logo di riconoscimento ai produttori di concimi che rispetteranno, oltre alla normativa di legge, anche una serie di norme tecniche a cui si dovranno attenere nell'ambito del ciclo produttivo, dalla selezione delle materie prime al prodotto finito.
L'avvio della parte conclusiva del progetto, che nasce in seguito a un accordo di collaborazione con l'Icqrf (Repressione frodi) del Mipaaf, è stato presentato in occasione dell'assemblea nazionale di Assofertilizzanti che si è tenuta a Gardone Riviera (Bs), sul Lago di Garda, il 17 maggio scorso.
«Le nostre aziende sono da oggi impegnate a rispettare gli standard del “Progetto qualità”, che rappresenta per noi una priorità assoluta nell'ambito della gestione responsabile dei prodotti - ha dichiarato Francesco Caterini, presidente di Assofertilizzanti -. Il progetto è un segnale di continuità e di sviluppo del percorso intrapreso sin dal 2011 con l'Icqrf per la gestione sostenibile dei fertilizzanti e la lotta alle frodi».
La presentazione è avvenuta nell'ambito di una tavola rotonda sul contributo delle tecnologie agricole per rispondere alle esigenze della produttività e sostenibilità alimentare. Alla discussione erano presenti, oltre al presidente Caterini, Rosa Maria Marianella, della Direzione generale della prevenzione e del contrasto alle frodi agro-alimentari del Mipaaf, Antoine Hoxha, direttore tecnico di Fertilizers Europe (l'Associazione europea dei produttori di fertilizzanti), che ha ricordato come l'industria europea dei fertilizzanti sia in grado di rispondere alle esigenze di sostenibilità, e Adriana Del Borghi dell'Università di Genova, che si è soffermata sul significato della gestione etica e responsabile delle risorse, auspicando un approccio strutturato alla product stewardship, la gestione responsabile ed etica delle sostanze chimiche lungo tutta la filiera, anche nel mondo dell'agricoltura.
Al termine della tavola rotonda si è tenuta la premiazione del concorso per le scuole “Nutriamo la terra. Il web per scoprire i fertilizzanti” organizzato da Assofertilizzanti.
Il primo posto è andato alla classe IV B dell'Istituto “Mondelli” di Massafra (Ta) che ha presentato un progetto interattivo e multimediale, dalla grafica accattivante, ricco di informazioni sul mondo della fertilizzazione.


.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome