FERTILIZZANTI

Assegnato il premio per le scuoledi Assofertilizzanti

Il primo posto è andato alla IV B dell'Istituto "Mondelli" di Massafra (Ta) che vedrà l'inserimento on line del proprio elaborato

Il Concorso Nazionale “Nutriamo la terra. Il web per scoprire i fertilizzanti” promosso da Assofertilizzanti e riservato alle classi IV degli Istituti tecnici agrari italiani, è stato vinto dall'Istituto “Mondelli” di Massafra (TA) che ha presentato un progetto creativo ed originale dedicato al mondo dei fertilizzanti.
Il concorso ha visto impegnati in questi mesi numerosi studenti di diversi Istituti tecnici agrari sparsi tutto il territorio nazionale, dalla Lombardia alla Puglia, nella realizzazione di un sito internet che doveva riuscire a far comprendere al consumatore l'importanza della fertilizzazione del suolo agricolo. Prendersi cura della terra proteggendo il patrimonio agricolo italiano promuovendo un'agricoltura sostenibile, rispettosa dell'uomo e dell'ambiente, è infatti uno strumento chiave per una produzione sempre più sostenibile, forte dell'utilizzo dei mezzi tecnici oggi disponibili e in continua evoluzione.
I giovani partecipanti hanno colto questa preziosa opportunità per mettersi in gioco e hanno ideato interessanti progetti che sfruttano le potenzialità dei nuovi mezzi di comunicazione, come internet.
 
Il giudizio

La giuria, composta da cinque esponenti del mondo dei media e dell'Università, oltre che da rappresentanti dell'Associazione promotrice, ha deciso di assegnare il primo posto alla classe IV B dell'Istituto "Mondelli" di Massafra, in provincia di Taranto, per avere presentato un progetto interattivo e multimediale, dalla grafica accattivante, ricco di approfondimenti sul mondo della fertilizzazione.
La classe vincitrice, accompagnata dalla docente Pia Patrizia Grassi, professoressa di chimica e vicepreside dell'istituto nonché referente del concorso, è stata premiata il 17 maggio scorso, presso il Grand Hotel di Gardone Riviera, in provincia di Brescia, in occasione dell'Assemblea annuale di Assofertilizzanti. I vincitori saranno premiati con la messa online del sito da loro stessi ideato (quando sbarcherò ufficialmente in internet lo segnaleremo ai lettore), la consegna di materiale didattico per un valore complessivo di oltre 1.500 euro e una giornata di formazione esclusiva alla presenza dei massimi esponenti del settore.

Investire nei giovani

«L'iniziativa è una dimostrazione concreta dell'impegno dell'Associazione nell'investire nella formazione dei giovani al fine di stimolarli a uno spontaneo confronto sul mondo della fertilizzazione e nel valorizzare il contributo offerto dai fertilizzanti all'evoluzione del settore agricolo, gioiello italiano al quale, oggi più che mai, risulta necessario guardare in termini di innovazione e sostenibilità - ha dichiarato Francesco Caterini, presidente di Assofertilizzanti - L'iniziativa promossa dall'Associazione mira ad avvicinare i giovani al mondo dell'agricoltura, un settore che rappresenta sempre più uno sbocco professionale per le giovani generazioni».
L'agricoltura italiana, infatti, rappresenta un settore in controtendenza: nel secondo trimestre 2012 sono aumentati sia i lavoratori dipendenti (+10,1%) sia quelli indipendenti (+2,1% le nuove imprese) del settore agricolo; emblematico, in questo contesto, anche il boom di iscrizioni che continua a caratterizzare le Facoltà di Agraria.
«In un momento di crisi economica - ha concluso Caterini - l'industria dei fertilizzanti in Italia propone questa iniziativa per stimolare i giovani nel continuare a credere nell'agricoltura come sbocco professionale, oltre che come settore chiave per l'innovazione e il progresso, oltretutto in un territorio dalla così forte vocazione agricola quale è quello pugliese».

Progetto qualità

Prima della premiazione era stato dato il via all'ultima parte del Progetto Qualità lanciato da Assofertilizzanti che prevede l'assegnazione del Marchio di Qualità Assofertilizzanti a fronte del rispetto sia della normativa di legge, che di una serie di norme tecniche a cui le Imprese associate si atterranno per l'intero ciclo produttivo, dalla selezione delle materie prime al prodotto finito. L'iniziativa, volta a tutelare la qualità del comparto agricolo italiano, è stata annunciata all'Assemblea dell'Associazione.
Il Progetto Qualità nasce, lo ricordiamo, grazie all'accordo di collaborazione stipulato tra Assofertilizzanti e l' Icqrf - Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali - e prevede un deciso incremento dei controlli qualità dell'intero settore dei fertilizzanti; le imprese associate ad Assofertilizzanti (54 imprese per circa 950 milioni di euro di fatturato 2012 che si stima essere più dell'80% del fatturato della produzione dell'intero settore) si impegnano così a una gestione virtuosa dei propri prodotti: a questo proposito, è previsto il rilascio di una certificazione alle imprese che, a fronte di un preciso disciplinare, rispettano specifici requisiti di sostenibilità valutati da un ente terzo. 

Nella foto - Il premio riservato alle scuole è stato consegnato dal presidente di Assofertilizzanti Francesco Caterini (al centro della foto) e dal presidente di giuria, il professor Claudio Ciavatta (il primo da destra) alla docente Pia Patrizia Grassi, professoressa di chimica e vicepreside dell'istituto “Mondelli” di Massafra (Ta), con una rappresentanza degli studenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome