Grano tenero, Ilaria varietà resistente al Fusarium

fusarium
Utilizzando questa varietà è possibile coltivare grano biologico abbattendo i rischi di fusariosi. Completato nel 2015 l’iter di iscrizione al Registro varietale

Sin dalla costituzione, Agroservice/Isea, hanno considerato la ricerca scientifica nell’ambito della genetica vegetale fattore imprescindibile per lo sviluppo e l’innovazione in agricoltura.

La continua evoluzione dell’esigenze di mercato, ha portato e tutt’ora porta ad un impegno continuo per rispondere alle necessità di una agricoltura sempre più specializzata. Per tale motivo, la ricerca scientifica diventa un comparto strategico e in continua evoluzione al servizio dell’agricoltura.

Un punto centrale della ricerca Agroservice/Isea è lo studio delle resistenze alle patologie, in particolar modo nei frumenti, poiché la suscettibilità ai principali bionti dannosi provoca danni alla coltivazione in termini di mancata produzione, peggioramento delle caratteristiche qualitative e problemi di natura fitosanitaria. Questi ultimi, infatti, possono avere un forte impatto negativo sulla salubrità delle produzioni e, di conseguenza, sulla materia prima all’ingresso delle filiere agro-alimentari ed infine sul consumatore finale, ovvero noi.

Fusariosi della spiga

Tra le principali malattie ritenute il maggior fattore limitante per la coltura del frumento si ritrova la fusariosi della spiga causata da Fusarium spp. La mancata produzione causata dai funghi del genere Fusarium è la somma di diversi danni che possono manifestarsi in tutto il ciclo colturale e che portano ad una riduzione del numero di piante per ettaro, alla diminuzione del numero di cariossidi per spiga e ad un calo del peso specifico apparente delle cariossidi. Per quanto concerne la qualità della granella, gli attacchi di Fusarium possono comportare una alterazione della frazione lipidica ed una diminuzione delle proteine totali.

 

L’articolo completo è pubblicato su AgriCommercio & Garden Center n. 7/2016

L’edicola di AgriCommercio & Garden Center

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome