Le prospettive mondiali delle commodity agricole

Produzioni in aumento ma stime modificate al ribasso per l’annata 2019-20. Bene il commercio di frumento, orzo e mais

Rispetto alle previsioni di settembre le valutazioni dell’Igc sulle produzioni mondiali delle commodity agricole sono state modificate al ribasso in seguito alla revisione dei raccolti di frumento, mais e avena. La variazione negativa è di 2 milioni di tonnellate, a 2.157 milioni, ma rispetto all’anno precedente il dato è positivo per +1%.

Il volume totale previsto, infatti, è il secondo più elevato di tutti i tempi. Per quanto riguarda il frumento le maggiori variazioni negative sul mese hanno riguardato, Australia e Argentina in contrasto con gli aumenti di Ue e Russia.

Ma anche in questo caso il dato tendenziale è ampiamente positivo, + 29 milioni di tonnellate, e va a braccetto con quello dell’orzo, 14 milioni di tonnellate.

Sotto la lente dell’intera produzione granaria il volume totale per quanto in variazione positiva, in realtà risente del dato negativo del mais che dovrebbe avere una contrazione produttiva sull’anno di 32 milioni di tonnellate.

Disponibilità ancora in riduzione

Ma nonostante l’aumento complessivo della produzioni di grani le disponibilità subiranno una riduzione sull’anno come conseguenza di 3 anni di riduzione delle riserve di inizio campagna.

Il consumo di grani, in generale, è valutato in crescita al nuovo massimo di 2.184 milioni di tonnellate in seguito all’incremento di frumento ed orza ma alla diminuzione del mais.

Le previsioni sono per un ulteriore anno caratterizzato dalla diminuzione degli stock che dovrebbe portare le riserve al minimo da 5 anni di 592 milioni di tonnellate (-27 milioni sull’anno), principalmente a causa della diminuzione delle riserve di mais al livello più basso da 6 anni, soprattutto in Cina e Usa.

I riporti del frumento potrebbero crescere a un livello record, concentrati principalmente in India e Cina, mentre il loro livello nei principali paesi esportatori non dovrebbero subire variazioni significative.

Commercio mondiale in crescita

Il commercio mondiale è destinato a crescere del 3% sull’anno, a 374 milioni di tonnellate (+9 milioni) per i maggiori volumi trattati di frumento (+4 milioni di tonnellate), orzo (+2 milioni di tonnellate) e mais (+3 milioni di tonnellate).

tabella 1

tabella 2

L’articolo è pubblicato su AgriCommercio & Garden Center n. 8/2019

Leggi l’edicola digitale e scopri perché abbonarti

Le prospettive mondiali delle commodity agricole - Ultima modifica: 2020-01-10T14:59:52+00:00 da Barbara Gamberini

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome