Comunicazione su carta e web, un’integrazione complessa

comunicazione
La comunicazione digitale si è prepotentemente affianca a quella cartacea ma, almeno per il momento, non è destinata a sostituirla del tutto…

Nel settore agronomico e nel mercato legato ai prodotti per il verde, l’importanza di una buona informazione è sempre più evidente. Ma quale informazione? E dove viene cercata dagli utenti?

Da un lato si dà per scontato il fatto che la maggior parte delle persone prenda le sue notizie dai titoli di articoli on line o dai tweet di 140 caratteri. A prima vista sembra che l’ampiezza e la profondità delle informazioni appartengano al passato e non facciano parte del presente di chi vuole documentarsi. L’esperienza però dimostra che, di fronte a un problema o alla necessità di razionalizzare costi, tempo e risorse, gli interessati cambiano registro, dimenticano fretta e superficialità, svolgono ricerche più approfondite, se ne hanno il tempo e le capacità, o si rivolgono direttamente ad un rivenditore di fiducia scelto con cura. La cosa è evidente se si osserva la clientela di quei punti vendita che offrono una buona consulenza al cliente. Chi entra espone esigenze, a volte problemi, che si tratti di orto, giardinaggio, agricoltura, in ogni caso cerca un interlocutore esperto. La realtà sembra viaggiare su altri piani rispetto alla teoria. Chi ha un problema cerca competenza e attenzione. Le informazioni flash che in internet ci raggiungono mentre cerchiamo tutt’altro lasciano il tempo che trovano. In rete bisognerebbe esaminare le fonti, ma chi ne ha il tempo e la competenza, quando si tratta di informazioni tecniche e agronomiche?

Tendenze significative

La comunicazione nel mondo del verde segue due canali: quello del rapporto diretto venditore/cliente e quello pubblicitario. Le ricerche dei marchi commerciali più autorevoli riguardo ai vari aspetti della comunicazione, dalla consulenza diretta alla pubblicità, riportano grandi numeri. Anche le ricerche settoriali delle agenzie di adversiting convergono su posizioni simili e delineano tendenze molto generali coinvolgendo settori consistenti di investitori e utenti.

Passando all’esperienza diretta, una verifica sul campo in differenti punti vendita di prodotti per giardinaggio e agricoltura nella prima periferia cittadina offre un quadro nel complesso omogeneo.

 

L’articolo completo è pubblicato su AgriCommercio & Garden Center n. 3/2016

L’edicola di AgriCommercio & Garden Center

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome