Informazione, la nuova frontiera: dai manuali ai tutorial

informazione
C’erano una volta il manuale, la videocassetta e i piccoli meeting. Oggi i filmati su YouTube rappresentano il canale più diretto per informare il consumatore

Manuali, videocassette, interventi televisivi per Pollici verdi sono stati proposti in epoche in cui il marketing non aveva ancora scoperto in pieno l’immenso potenziale di questo genere di comunicazione. All’inizio si trattava di una moda legata a idee di salute e natura, in linea con la nascente ecologia. Poi sono comparsi manuali per hobbisti, dalle storiche “Guide” ai manuali per ogni genere di necessità (potatura, piante da balcone, siepi, ecc.). Nel settore degli audiovisivi, si è passati dai primi momenti televisivi attraverso rubriche a interventi sempre più consistenti, anche legati a testimoniali. Agli appassionati sono stati offerti corsi in cui le spiegazioni teoriche erano accompagnate da dimostrazioni pratiche. L’agricoltura professionale, settore in continua evoluzione tecnica e merceologica, ha sempre ricevuto un prezioso aggiornamento dai consulenti commerciali dei marchi più qualificati. Le riunioni tecniche organizzate per rivenditori e agricoltori non sono mai state solo un’occasione per vendere prodotti, ma ore di vera e propria formazione, attraverso spiegazioni, dimostrazioni, prove sul campo. Il profilo del consulente tecnico commerciale fonde aspetti diversi e basa l’informazione su documentazioni di vario tipo, al di là della presentazione di un catalogo. I filmati e le proiezioni in power point, ecc. sono sempre stati un ottimo mezzo didattico e commerciale.

Comunicazione mirata

Dati aggiornati confermano l’interesse verso l’informazione diretta e mirata, dato che i manuali risultano una delle fette del mercato editoriale che cresce di più (+15%, dati Aie).

Gli esperti spiegano questo boom con motivi complessi: raggiunti da troppe informazioni che arrivano da tutte le parti, gli utenti cercano informazioni sicure, anche in guide e manuali alla portata di tutti. Inoltre l’uso di queste modalità relativamente veloci gratifica l’utilizzatore, che apprende in modo più semplice e gradevole.

Incontri informativi

Un altro importante step informativo riguarda tradizionalmente gli incontri per il pubblico: si può trattare di aperture nel week end con appuntamenti che prevedono tutorial dedicati all’arte del giardinaggio a vari livelli, per parlare di potature, scelta del terreno, concimazioni e fioriture, ecc. I temi possono essere di attualità, ad esempio riguardare il giardinaggio biologico, come gestire il giardino senza danneggiare l’ambiente, informare su concimazioni, avversità attacchi parassitari.

Per quanto riguarda paesaggio e agricoltura, aldilà di quella professionale, oggi ci sono forti esigenze di tipo amatoriale. In ambito cittadino sono accolti con favore incontri informativi su temi svariati legati alla gestione del verde, ad esempio, potatura, tagli corretti, attrezzi per potare, ecc.

I corsi possono assumere caratteristiche più tecniche, di veri e propri seminari.

Gli argomenti possono essere specifici, condotti da tecnici specializzati, ad esempio, sulla coltivazione di piante da frutto, affrontando tutti gli aspetti della coltivazione, sia in vaso che in terra, concimazione, potatura, difesa fitopatologia, scelte varietali.

Video in internet

L’idea più attuale è quella di produrre una serie di video tutorial che aiutino gli appassionati a coltivare e prendersi cura delle proprie piante.

Il commerciante può diffondere i consigli sulla cura e la gestione di piante e fiori di diverso tipo, puntando sull’ aiuto dei propri prodotti.

Oggi sul web spopolano filmati che insegnano a fare qualunque cosa. Scenario di questi filmati è soprattutto il sito YouTube.

In generale, i tutorial sono prodotti informativi che insegnano a svolgere una particolare cosa o svelano come risolvere un problema in poco tempo, mettendo a disposizione in forma sintetica contenuti pratici e interessanti. Hanno molti vantaggi, perché rappresentano il nuovo modo di apprendere, sono facili da comprendere gratuiti e accessibili da casa.

In pratica sono semplici filmati con istruzioni per imparare a fare qualcosa non sono altro che una “guida”, quindi, diffusa tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie. Il mezzo più veloce per condividere tutorial, quindi, è Internet. I video possono essere pubblicati sul canale YouTube, condivisi sul proprio sito aziendale, e anche sulla pagina di un social network.

Oltre alle vere e proprie lezioni, risultano molto efficaci anche i consigli e le curiosità esposti in forma sintetica: pochi minuti d’informazioni relative a piante specifiche o gruppi di piante simili.

Bisogna però riuscir a realizzare contenuti efficaci e originali. L’utilizzo di questo mezzo richiede oltre a sicure competenze agronomiche, anche adeguati strumenti e abilità che il commerciante o qualche suo collaboratore dovrebbero possedere e padroneggiare per cogliere al meglio questa opportunità emergente.

Nulla crea un forte legame con i clienti come un contenuto originale mirato in base al proprio target.

 

Leggi l’articolo su AgriCommercio & Garden Center n. 2/2017

L’edicola di AgriCommercio & Garden Center

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome