Forbici, indispensabili tutto l’anno

forbici
Dalla potatura al taglio dei fiori appassiti, le cesoie e i potatoi non mancano mai nella dotazione del giardiniere appassionato

Per potare alberelli, alberi da frutto, arbusti, rosai e rampicanti. Per togliere prontamente i fiori appassiti favorendo la produzione di nuovi boccioli e prolungando la fioritura. Per tagliare bassissime le piante erbacee a fine ciclo.

Per rifinire i bordi del prato.

Per staccare alcuni ortaggi, come zucche e zucchine, pomodori ramati e ciliegini, peperoni, melanzane ecc.

Per cogliere frutti come i grappoli d’uva.

Per tagliare i fili di rafia, plastica, tubetto, filo di ferro ricoperto che fungono poi da legacci per le piante.

Potremmo continuare all’infinito: un buon paio di forbici serve a tutto questo e molto di più.

O meglio: più paia di forbici, perché ciascuna nasce per assolvere un ben preciso compito nell’ambito del giardinaggio.

Gli hobbisti esperti già lo sanno, quelli inesperti possono venire educati proprio dai rivenditori di articoli per giardinaggio, scoprendo man mano quante cose si possono fare con i diversi tipi di forbice.

In entrambi i casi il punto vendita deve presentare durante tutto l’anno (non esistono stagioni “morte” per le operazioni di taglio) un ampio assortimento di forbici e potatoi per offrire la massima scelta alla clientela.

Sarebbe bene che ogni modello fosse corredato di una descrizione, almeno nel cartellino con il prezzo di vendita a scaffale, così come riportato dalle diciture aziendali: per es., “cogliuva”, “per potatura” ecc.

Accanto allo scaffale designato si possono disporre pannelli fissi o depliant a presa libera in cui sono riportate le caratteristiche e gli usi delle principali categorie di modelli: un servizio in più affinché la clientela possa informarsi e orientarsi da sola nella scelta della tipologia più consona.

Un esempio è riportato nella tabella a fianco.

Il che non esime dalla presenza di personale esperto e disponibile a spiegare le differenze al cliente, ma indubbiamente aiuta quest’ultimo a formarsi una buona opinione del vostro punto vendita!

 

L’articolo completo è pubblicato su AgriCommercio & Garden Center n. 4/2016

L’edicola di AgriCommercio & Garden Center

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome