Neumann Italia, semestrale record

Neumann cresce del 70% nel mercato degli attrezzi da giardino. Continua la crescita degli attrezzi da giardino a batteria targati Mission grazie alla qualità del prodotto e a un innovativo sistema di vendita. Best seller il robot rasaerba MiniMission

Continua la crescita dei robot da giardino. Continua la crescita di Neumann Italia. La filiale italiana del gruppo tedesco Neumann, leader nell’automazione per la cura dell’outdoor, continua a far registrare numeri record. Avviata nel 2012, nei primi sei mesi di quest’anno ha proseguito il cammino di crescita a doppia cifra: +70% del fatturato rispetto allo stesso periodo del 2014. In soli tre anni di presenza sul mercato italiano, Neumann si è affermata come un punto di riferimento per gli attrezzi da giardino a batteria.

«Merito di un prodotto green semplice da usare; merito anche di un innovativo metodo di vendita – spiega il general manager di Neumann Italia Massimiliano Pez che ha portato nel nostro Paese gli attrezzi da giardino a batteria a marchio Mission -.Non utilizziamo i canali tradizionali della distribuzione, ma abbiamo studiato un’evoluzione della tradizionale vendita diretta introducendo un database intermediato e un sistema di recall. È stata una sfida importante dalla quale stiamo uscendo vincitori. E la crescita del 60% delle visite nel primo semestre 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014 lo dimostra».

Massimiliano Pez
Massimiliano Pez, general manager di Neumann Italia

All’interno della gamma Mission che comprende robot rasaerba, decespugliatori, tagliasiepi, soffiatori e motoseghe tutti rigorosamente funzionanti a batteria, il prodotto più richiesto è il MiniMission. «È il robot rasaerba dedicato alle superfici più piccole, ai prati fino a 800 metri quadrati - precisa Pez -. La nostra clientela è rappresentata per la maggior parte da professionisti che abitano in centri urbani di medie e piccole dimensioni e con un giardino tra i 150 ed i 400 metri quadrati».

Tra quanti si avvicinano al mondo dei robot rasaerba vi sono molti ultrasessantenni. «Probabilmente perché dopo anni di taglio del prato, adesso vogliono godersi il tempo libero affidando all’automazione l’incombenza del giardino», aggiunge Pez. Mettere a disposizione attrezzi da giardino non solamente sicuri, ma soprattutto leggeri e maneggevoli, ha suscitato un grande interesse da parte delle donne. «Il gentil sesso è arrivato a rappresentare oltre il 30% di quanti ci chiedono un preventivo. Una quota significativa che rivela come la manutenzione del giardino non sia più esclusiva degli uomini; anzi, con attrezzi facili da usare anche la donna riesce a mettere mano al verde della propria casa estendendo così la cura dell’interno anche all’esterno delle mura domestiche», spiega il manager di Neumann Italia.

«Il settore gardening di fatto sta vivendo una piccola rivoluzione: sta venendo meno la vecchia concezione dell’attrezzo che deve fare rumore per essere potente, che deve essere pesante per essere affidabile e che deve essere dotato di motore a scoppio per durare nel tempo. La tecnologia oggi ci mette a disposizione attrezzi da giardino a batteria altamente performanti, potenti grazie ai motori da 40 volt e con un buona autonomia di utilizzo. Sono decisamente più leggeri di quelli a tradizionali a motore a scoppio - siamo nettamente al di sotto dei 4 kg, circa il 35% in meno -, hanno minori vibrazioni (circa il 50%) e sono più silenziosi, 70 dB contro 105-110». Anche sui robot rasaerba è in corso un cambiamento. Conclude Pez: «Stanno venendo meno le iniziali diffidenze: a fronte di una minor disponibilità di tempo per accudire il proprio guardino, si valutano con attenzione soluzioni automatizzate; inoltre è cresciuta l'attenzione che viene data al giardino: un prato ben curato è il primo benvenuto che diamo a chi viene a casa nostra».

Per informazioni: Neumann Italia, www.neumannrobotics.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome